Zanzare, quello che (forse) ancora non sai

Abbiamo già davvero esaurito la nostra conoscenza delle zanzare?

Ricorrendo alla tecnologia e al buon vecchio senso comune, possiamo mantenere le zanzare lontano dalle nostre famiglie e impedire alle malattie che esse trasmettono di diffondersi ulteriormente in questo mondo.

Nonostante ciò, non riusciamo mai a liberarcene completamente costringendoci a una convivenza forzata alquanto sgradevole.
Ne siamo dunque talmente abituati da credere di sapere tutto su queste piccole pesti, ma ne siamo certi?

 

Ecco alcune informazioni riguardanti le zanzare che forse ancora non conoscevi.

 

  • Dopo soli due giorni da adulto, una zanzara femmina è in grado di mordere la sua prima vittima.
  • Le ali di una zanzara battono fino a 600 volte al secondo 
.
  • Non tutte le zanzare escono al crepuscolo; la zanzara tigre è nota per mordere per lo più tra le 10 del mattino e le 3 del pomeriggio.
  • Le compagnie aeree spruzzano sui loro veicoli una sostanza utile a eliminare eventuali zanzare, in particolare sui mezzi provenienti da paesi in cui si siano registrati focali di malattie trasmesse dalle zanzare.
  • Non c’è da stupirsi se non sentiamo una zanzara quando atterra sul nostro braccio: una zanzara femmina adulta pesa solo 2 milligrammi.
  • Stando a uno studio effettuato dall’AMCA – Air Movement and Control Association, pare che la luna piena aumenti l’attività delle zanzare di ben il 500% rispetto agli altri periodi del mese.

E ora un rapido ripasso ai “tipi” preferiti dalle zanzare:

  • le persone di grande corporatura perché sono bersagli più grandi e producono una maggiore quantità di anidride carbonica, molto amata dalle zanzare
  • le donne rispetto agli uomini perché producono ormoni che piacciono alle zanzare
  • le bionde rispetto alle brune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website